Recommend
 
 Thumb up
 Hide
1 Posts

Chelsea» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Chelsea (italiano) rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
Visit www.ilsa-magazine.net!
mbmbmbmbmb
NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.net/

Preparatevi a calarvi nei panni di un ricco e viziato padre di famiglia bene londinese, che tenta di sistemare i propri figli, ricchi e ancora più viziati, in una delle case del celebre quartiere di Chelsea, provando a farli sposare con membri di altre famiglie del quartiere, senza però trascurare i capricci della propria adorata prole.

Ecco a voi l'improbabile e inconsistente tema di Chelsea, semplice gioco di John Ede prodotto dalla JKLM per la Prime Games.

I materiali sono piuttosto belli: un tabellone stretto e lungo che ritrae una strada di Chelsea, su cui sono affacciate variopinte villette a schiera (ogni villetta è composta dall'abitazione, un garage, un piazzale per il parcheggio di un furgone e 2 posti macchina), colorate tessere che rappresentato automobili e furgoni, altre tessere che permettono di “ritinteggiare” le case e i garage, pedine di legno che rappresentano i figli da accasare.

Inizialmente tutte le tessere vengono separate per tipo e mescolate. I furgoni vengono distribuiti a faccia coperta negli appositi piazzali.

I turno del giocatore è composto di 2 fasi. Nella prima deve compiere una delle seguenti azioni:
- ritinteggiare una casa: pesca a caso una tessera casa e la mette su uno spazio casa;
- ritinteggiare un garage: come sopra, ma con un garage;
- comprare due automobili: pesca a caso due tessere automobile e le piazza in due posti macchina liberi sul tabellone;
- scambiare due macchine sul tabellone;
- guardare due furgoni ed eventualmente scambiarli di posto.

Il cambio di colore dei 5 componenti della villetta è possibile soltanto finché non ci sono tre oggetti dello stesso colore: a quel punto il colore della proprietà è fissato, e vi si possono aggiungere solo oggetti di quel colore. Anche quando si spostano i furgoni, se questi sono del colore oramai determinato per quella proprietà, allora si girano a faccia scoperta.

Nella seconda fase, il giocatore può piazzare uno dei suoi figli in una casa, se rispetta le seguenti condizioni:
- La casa é vuota, ha almeno tre oggetti dello stesso colore e nessuno dei pezzi è del proprio colore,
oppure
- La casa è abitata da una pedina, ha almeno quattro oggetti dello stesso colore e nessuno dei pezzi (neanche la pedina presente) è del proprio colore.

Il gioco finisce quando un giocatore ha piazzato le proprie pedine, o non ci sono tessere da pescare (case, garage e automobili). La vatutazione finale attribuisce a ciascuna pedina piazzata dei punti, a seconda che sia da sola o in coppia. Nel secondo caso, i punti si differenziano se tutti gli oggetti nella proprietà o solo quattro di essi sono dello stesso colore.

Chelsea ha come audience di preferenza giovani giocatori (8 anni). Probabilmente per quella fascia di età il gioco può risultare interessante, complici gli ottimi materiali. Benché la meccanica di “assenza” sia una interessante modifica della classica maggioranza, il gioco appare scontato nelle decisioni e spesso regolato dal caso (nella pesca delle “ritinteggiature”) e, nella parte finale, dalla richiesta di una non trascurabile componente mnemonica (colore dei furgoni a faccia coperta). Il gioco permette teoricamente di giocare da 3 a 6 persone; tuttavia in 3 o 4 giocatori non c'è competizione per lo spazio abitativo, rendendo così il gioco ancora meno interessante.
 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.