$30.00
Recommend
1 
 Thumb up
 Hide
1 Posts

Doodle City» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Doodle City (italiano) rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
badge
Visit www.ilsa-magazine.it
Avatar
mbmbmbmbmb

NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.it/

In Doodle City dovete sviluppare l'impianto stradale di una città per renderla il più efficiente possibile in termini di redditività dei suoi edifici commerciali (negozi e alberghi) e di connettività dei mezzi pubblici (i taxi).

Si tratta di un gioco "carta e penna" guidato dai dadi, quindi cade nella stessa categoria di Qwixx, Mosaix e Würfel Bingo/High Score. All'interno della scatola trovano abbondante spazio il regolamento, 8 dadi (1 blu e 7 bianchi), un blocchetto con 100 fogli stampati a colori, che rappresentato una griglia 5x5 dei quartieri della città più delle informazioni aggiuntive per il punteggio.

Il gioco inizia con una rapida fase di preparazione, basata su 5 lanci di dadi, che garantisce una certa varietà nella condizione iniziale. In ogni turno i giocatori costruiscono la rete stradale in uno dei 25 quartieri, nel modo seguente: il giocatore attivo lancia il dado blu e tanti dadi bianchi quanti sono i giocatori più uno. Il dado blu è comune a tutti i giocatori, e identifica la colonna della griglia dove verrà disegnata la strada (6 è un jolly, ogni giocatore potrà scegliere la colonna preferita). Quindi ogni giocatore sceglierà un dado bianco, per determinare la riga dove disegnare. Non si possono scegliere caselle già valutate. Non si può nemmeno scegliere un dado già selezionato da un altro giocatore. Identificata la casella si disegna la strada in una delle 6 possibili configurazioni. Se il quartiere contiene un albergo, si acquisiscono subito punti (pari alla lunghezza della strada che lo attraversa); se è un negozio, il punteggio è determinato dal numero di case presenti sulla strada che lo attraversa. Se è un taxi, questo contribuisce alla formazione del punteggio finale. Un dado bianco di valore 6 permette di scegliere la riga, ma implica l'abbattimento di un albero. Se nessuno dei dadi bianchi permette la selezione di un rione senza strada, il giocatore salta il turno e abbatte un albero. La partita finisce se un giocatore ha abbattuto 7 alberi, oppure se qualcuno ottiene il massimo punteggio con l'albergo (15 punti) o con il negozio (10 punti). Ai punti accumulati durante la partita si aggiungono 4 punti per ogni taxi che sia connesso ad almeno un altro taxi, e un bonus/malus di altri 4 punti è dato a chi ha abbattuto meno/più alberi.

Doodle City sfrutta meccaniche oramai classiche rielaborate grazie ad un'idea carina, quella di tracciare le strade. Purtroppo il risultato finale non brilla: il gioco scorre lento, pur proponendo raramente scelte significative (anche perché, apparentemente, la strategia ottimale da perseguire è quella della "strada più lunga"). Rispetto ai diretti concorrenti precedentemente nominati, non c'è la contemporaneità delle scelte, e questo alimenta la sensazione di noia. A questo si deve aggiungere la non uniformità delle probabilità a seconda del numero di giocatori: in 2, dato il ristretto parco dadi fra cui scegliere (2.5 in media), il gioco è governato dall'aleatorietà dei lanci e si conclude con il taglio degli alberi; in 6 le scelte avvengono in un gruppo più ampio (4.5 dadi in media), ma la sensazione di attesa diviene spesso opprimente. Buona invece la partita in solitario, che è forse il modo migliore per sfruttare il titolo.
1 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.