$30.00
Recommend
1 
 Thumb up
 Hide
1 Posts

Hoyuk» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Hoyuk (italiano) rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
badge
Visit www.ilsa-magazine.it
Avatar
mbmbmbmbmb
NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.it/

Rielaborazione (edita grazie ad un finanziamento dal basso) di un titolo del 2006 (disponibile come print & play), Hoyuk è un gioco di piazzamento tessere e collezione di set che proietta i giocatori nei panni di capoclan del periodo neolitico.

Molto buoni i materiali, bene illustrati e con finiture telate su tutta la cartotecnica (tabellone, tessere e carte); ricca anche la dotazione di segnalini sagomati in legno. Il manuale non è perfettamente organizzato e presenta qualche incongruenza.

Il gioco dura un numero intero ma indeterminato di turni, divisi in 4 fasi:
a) Costruzione: per due volte, a ciascun giocatore viene fornita una tessera costruzione, che indica cosa potrà costruire. Tutte le tessere fanno costruire 2 edifici e un terzo elemento variabile (forno, recinto, reliquiario, mandria, famiglia) a volte offrendo anche scelte multiple. Gli edifici possono essere utilizzati per espandere blocchi (a cui possono contribuire tutti i giocatori, con regole di piazzamento ben precise) o per fondarne di nuovi. Tutti gli altri elementi devono essere posti accanto ai propri edifici (recinti) oppure all'interno degli edifici.
b) Catastrofe: viene rivelata una carta catastrofe. Questa indica il criterio di selezione dei blocchi che saranno colpiti (es.: tutti i blocchi col minor numero di recinti) e quale sarà l'effetto (es: tutti i giocatori nel blocco distruggono la metà delle loro case).
c) Assegnazione carte esposizione: un blocco alla volta, scelto a rotazione nell'ordine di turno, viene valutato nei vari parametri (numero di recinti, reliquiari, forni, case, mandrie, famiglie) per assegnare una carta esposizione (visibile) da ciascuno dei 7 mazzi che ne abbia ancora (i casi di parità sono risolti attraverso la presenza delle case a due piani). Le carte esposizione sono il cuore del gioco: è possibile giocarle all'inizio di ciascuna delle fasi, fino ad un massimo (sommando tutte le carte giocate nel round) pari al numero di gruppi di case del proprio colore presenti sul tabellone. Due sono gli utilizzi: eseguire l'azione di costruzione riportata sulla carta, oppure ottenere punti vittoria giocando combinazioni di carte uguali (secondo una progressione quasi triangolare).
d) Fine turno: i giocatori, in ordine di turno scelgono uno dei mazzi parametro non ancora vuoti e vi mettono in fondo tutte le carte giocate nel turno.
Il gioco prosegue fino a quando un giocatore piazza l'ultima delle sue 25 tessere casa. A questo punto si conclude il turno e si esegue una valutazione finale, che assegna punti per le carte non giocate e la maggioranza di case in ciascun blocco (1 punto per edificio).

Hoyuk è un gioco di piazzamento rapido, che vede il suo punto di interesse nell'utilizzo multimodale delle carte e nella temporizzazione del loro utilizzo. Una partita è rapida, ma tutt'altro che fluida, per le molteplici finestre di opportunità di giocare le carte. Data la centralità delle stesse, il meccanismo di assegnazione delle carte è estremamente fine (i mazzi sono scoperti, e quindi scegliere quale blocco valutare dà una certa libertà su quali carte "prendere"); purtroppo né cosa costruire (assegnato in modo inderogabile dalle tessere) né le catastrofi, che accadono in modo assolutamente non prevedibile, sono altrettanto controllabili; tutto questo finisce per dare una sensazione di non completa armonia.
1 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.