Recommend
5 
 Thumb up
 Hide
1 Posts

Rattle, Battle, Grab the Loot» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Rattle, Battle, Grab the Loot rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
badge
Visit www.ilsa-magazine.it
Avatar
mbmbmbmbmb
NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.it/

Robinson Crusoe, Stronghold, Prêt-à-Porter, 51 State (prima) e Imperial Settlers (poi): Ignacy Trzewiczek ha prodotto spesso giochi complessi nel regolamento e nello svolgimento, destinati ad un pubblico di giocatori assidui.

Rattle, Battle, Grab the Loot (RBGtL) parte invece da altri presupposti: trasportare i giocatori nel caotico mondo della pirateria, facendo loro rivivere l'emozione di abbordare o affondare navi, alla ricerca del bottino più ricco.

Ogni giocatore ha a disposizione un galeone, che durante la partita viene attrezzato con equipaggiamenti regolari (vele, cannoni, stive) e speciali. Elemento caratterizzante è il suo svolgersi, per buona parte, all'interno della scatola, utilizzata come recinto dove si scontrano le navi dei giocatori, rappresentate da dadi.

Il gioco si sviluppa su più missioni, ognuna composta da un numero di avventure, descritte da altrettante carte pescate casualmente: ciascuna prevede l'allestimento dell'area di mare, in cui poi vengono fatti cadere i dadi dei giocatori e quelli rappresentanti le navi non giocanti (NNG).

Segue una fase in cui le NNG attivano le loro abilità (se la faccia visibile lo indica), quindi a turno i giocatori possono manovrare le proprie navi (utilizzando i cannoni e le vele del proprio galeone).

Si passa al combattimento vero e proprio: gli scontri (che coinvolgono le NNG) avvengono in ordine di distanza (dalle coppie di navi più vicine a quelle più lontane); il dado col valore più alto affonda l'avversario, in caso di parità affondano entrambe le navi.

Terminati gli scontri, i giocatori ricevono una moneta per ogni nave che hanno affondato, poi prendono a caso le tessere bottino indicate sulla carta: queste possono essere spese per riparare le proprie navi affondate e/o essere immagazzinate (nelle stive del galeone o una tessera per dado, che non potrà partecipare ad altre avventure). Le tessere eccedenti vanno scartate.

Si riparte quindi per una nuova avventura!

Alla fine della missione i giocatori tornano al porto, dove investono il bottino per reclutare marinai (che forniscono abilità speciali), acquistare equipaggiamenti, ottenere denaro (che vale punti vittoria) e spendere denaro per comprare carte punti vittoria.

Alla fine dell'ultima missione, il giocatore che ha più punti vittoria (carte e denaro) vince.

RBGtL è caratterizzato da materiali bellissimi (dadi speciali, fustelle differenziate per ogni nave ed equipaggiamento speciale, ottime illustrazioni in stile caricaturale); giocarlo è un piacere per gli occhi, e la soluzione per la preparazione dell'area di combattimento è originale. Ottima anche l'integrazione col tema: il gioco riesce a trasmettere il senso di caos e ingovernabilità del mondo piratesco.

Tuttavia il gioco è piuttosto macchinoso, i vari aspetti non si amalgamano e non risulta chiaro a chi sia destinato il prodotto. La durata è elevata per il genere di gioco; il regolamento è lungo e pieno di eccezioni, a cui si aggiungono quelle delle singole avventure; il sistema di combattimento, semplicissimo, ripropone in piccola scala i problemi classici dei giochi di miniature.

Apparentemente, un esperimento riuscito a metà.
5 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.