Recommend
1 
 Thumb up
 Hide
2 Posts

Signorie» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Signorie (italiano) rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
badge
Visit www.ilsa-magazine.it
Avatar
mbmbmbmbmb

NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.it/


Nel ruolo di un "Signore" rinascimentale, i giocatori devono intessere rapporti (politici, ecclesiastici, militari o matrimoniali) con le più importanti famiglie italiane del XV secolo, per accumulare prestigio.

Buoni i materiali (splendidamente illustrati dal riconoscibile stile di Mariano Ianelli). Entrando nel dettaglio: ottimo il tabellone, i dadi e i segnalini di legno, non particolarmente netto il taglio delle fustelle, almeno nella nostra copia.

Il gioco si sviluppa su 7 round, e gravita attorno ad un arguto sistema di selezione delle azioni attraverso dadi: all'inizio del turno vengono lanciati, per ciascuno di 5 colori, tanti dadi quanti sono i giocatori. In ordine di turno, il giocatore attivo prende uno dado di un colore che non ancora usato e lo colloca sulla propria plancia, ricevendo uno sconto sul costo dell'azione pari al valore del dado. Esegue quindi una delle tre azioni associata al colore del dado, poi attiva, nell'ordine riportato sulla plancia, tutte le azioni secondarie del colore scelto per cui ha reclutato un aiutante. Delle tre azioni, due sono uguali per ogni colore (assoldare un aiutante nella colonna a sinistra; eseguire una delle due azioni abbinate, per il turno corrente, al colore del dado spendendo segnalini familiari) mentre la terza è specifica del colore scelto.

Alternativamente, il giocatore può passare e uscire dal round. Dopo al più quattro scelte, il round si conclude: i giocatori la cui somma dei dadi non supera una determinata soglia (che può variare da giocatore a giocatore) hanno diritto ad un duplice bonus, variabile di turno in turno ma noto fin dall'inizio della partita. Il resto del gioco coinvolge la gestione di alcune risorse: il denaro e i propri figli (maschi e femmine: il sesso è determinato casualmente al momento della nascita, una delle azioni specifiche dei dadi). Mentre ai maschi è possibile far intraprendere una delle 3 carriere (politica, ecclesiastica, militare), alle femmine è riservato come destino il matrimonio: entrambi i sessi portano punti vittoria subito quando occupano uno dei limitati posti in ciascuna delle Signorie, oltre a procurare stemmi araldici che, se raccolti in numero sufficiente e secondo schemi predeterminati, totalizzeranno punti vittoria alla fine del gioco.

Nella vasto panorama di giochi basati sulla selezione di azioni tramite dadi, Signorie si rivela una delle offerte più interessanti: sufficientemente lineare nella sua complessità, il gioco, fino dalla seconda partita (la prima verrà utilizzata per capire le connessioni fra le varie azioni), mette in evidenza tutta una serie di dilemmi e dualismi che rendono la partita una interessante sfida alla ricerca di una serie di compromessi: fra strategia (dettata a grandi linee dalla sequenza dei bonus) e tattica (imposta da tutta una serie di eventi imprevedibili, a partire dal sesso dei nascituri per finire alla disponibilità degli stemmi araldici), fra potenziamento delle proprie azioni e loro reale utilizzo, nella stessa gestione del poco denaro. Il tutto in modo scorrevole, ma lasciando una netta sensazione di appagamento. Forse non particolarmente innovativo, ma sicuramente ben realizzato.
2 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Andrea Chiarvesio
Italy
Torino
Piemonte
flag msg tools
designer
mbmbmbmbmb
It's worth to translate in English, don't you think? whistle

Thanks for the nice review.
 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.