Recommend
4 
 Thumb up
 Hide
1 Posts

Last Train to Wensleydale» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Last Train to Wensleydale (italiano) rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
badge
Visit www.ilsa-magazine.it
Avatar
mbmbmbmbmb

NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.net/

Last Train to Wensleydale è leggermente diverso da un classico ferroviario, ed è strutturato come i più recenti giochi economici di Wallace, giocati su pochi turni suddivisi in molte fasi. I materiali sono quelli tipici della Treefrog: tanti segnalini di legno delle forme più svariate e un tabellone, bruttino (per la scelta singolare dei colori).

I giocatori costituiscono piccole compagnie ferroviarie nello Yorkshire, prendono a noleggio vecchi treni per trasportare formaggio, pietre e passeggeri. I materiali possono essere trasportati ovunque, mentre i passeggeri hanno destinazioni ben precise.

Il gioco gravita attorno all'influenza che i giocatori riescono ad ottenere in quattro campi: governo, treni e due grandi compagnie ferroviarie (Midland Railway, MR e North Eastern Railway, NER). L'influenza viene guadagnata attraverso un'asta tipo Amun-Re.
L'influenza sul governo viene usata per costruire le proprie rotaie in quelle zone occupate da contadini che si oppongono al passaggio della strada ferrata, e per determinare l'ordine di costruzione dei binari.
L'influenza sui treni permette di noleggiare treni per movimentare merci e passeggeri, e per determinarere l'ordine della movimentazione.
L'influenza sulle compagnie ferroviarie è utilizzata per connettere i propri binari a quelli della MR o NER, ed è utilizzata per liberarsi di quelle tratte della propria ferrovia che sono in perdita.

La parte di costruzione dei binari è semplice: in un turno si può solo creare una linea ininterrotta di binari, senza biforcazioni. Tale linea deve partire da un binario della propria compagnia o, spendendo influenza, da una città raggiunta da una delle due compagnie. Il costo della costruzione è pagato in cubi investimento (che vengono riforniti ad ogni turno) o in qualsiasi tipo di influenza.

Nella fase di movimento i giocatori prendono a nolo dei treni usati di varia capacità e con questi movimentano merci e passeggeri. Per muovere il formaggio, la ferrovia deve raggiungere l'area in cui esso viene prodotto. La pietra può essere trasportata se la ferrovia raggiunge una città contigua alla collina dove si trova la cava. I passeggeri rossi vogliono raggiungere una città servita dalla MR, i passeggeri verdi vogliono invece essere trasportati alle città servite dalla NER.

I giocatori ottengono profitti dai beni trasportati, ma subiscono perdite in base alle loro tratte ferroviarie. La differenza fra profitti e perdite viene registrata su un indicatore, che determina l'ordine del turno.

Come ultima azione, i giocatori possono convincere la MR o la NER a comprare una propria tratta (in modo da ridurre le perdite causate da binari oramai obsoleti), spendendo la corrispondente influenza.

La partita dura quattro o cinque turni. Alla fine si somma alla propria posizione sulla scala delle perdite e dei profitti un punto per ogni bene trasportato nel gioco, e due punti per ogni set completo di quattro oggetti diversi.

Last Train è piacevolmente diverso sia dai ferovviari azionarii (1830) che da quelli di trasporto (Steam). La rigiocabilità è garantita da un setup variabile, unico elemento aleatorio del gioco. La complessità è intermedia fra Tinners' Trail e Automobile, dello stesso autore.
2 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.