Recommend
1 
 Thumb up
 Hide
1 Posts

Wiraqocha» Forums » Reviews

Subject: Prime impressioni su Wiraqocha (italiano) rss

Your Tags: Add tags
Popular Tags: [View All]
Mauro Di Marco
Italy
Firenze
Unspecified
flag msg tools
badge
Visit www.ilsa-magazine.it
Avatar
mbmbmbmbmb
NOTA: Questo articolo è comparso la prima volta su ILSA (Informazione Ludica a Scatola Aperta), http://www.ilsa-magazine.net/

Ambientazione steampunk, mappa modulare, meccaniche di gestione dadi in un gioco d'attrito con una componente di aggressività nettamente elevata per quello che sembrerebbe un tranquillo gioco di gestione alla tedesca.

I giocatori sono degli avventurieri che guidano una squadra eterogenea (esploratori, estrattori e zeppelin) alla scoperta della valle di Wiraqocha, unico luogo al mondo dove è possibile scavare un nuovo preziosissimo minerale: il somnium. I materiali sono buoni, le illustrazioni ricordano molto il fumetto francese e sono indubbiamente evocative. Decisamente migliorabili i fogli di aiuto, che omettono molte delle informazioni "numeriche" necessarie al gioco.

Il turno di ogni giocatore è strutturato in tre fasi:
1) Preparazione: il giocatore riceve risorse in base ai territori occupati, determina il numero di dadi che avrà a disposizione, rimpiazza se vuole i suoi zeppelin con altri segnalini. In questa fase si attivano alcune delle carte tecnologia.
2) Azioni: il giocatore tira i suoi dadi con cui può eseguire azioni a scelta fra: conquista di un territorio libero o occupato (distruggendo il precedente occupatore), piazzare dadi per proteggere i territori, acquistare una carte tecnologia, rubare ad un avversario (un cristallo di somnium o una reliquia oppure una carta conoscenza) attaccando la sua base, recuperare un proprio segnalino distrutto al costo di tre risorse. Come in tutti i giochi con i dadi di recente produzione, è possibile spendere risorse per alterare il valore dei dadi e, addirittura, spendere una volta per turno un cristallo di somnium per avere un dado in più.
3) Fine turno: fase di mantenimento in cui si raccolgono i cristalli di somnium, si controlla il limite di risorse e si rivelano nuove carte tecnologia.

Il cuore del gioco è la conquista e il possesso dei territori, che possono produrre risorse, somnium, fornire dadi aggiuntivi o le preziosissime reliquie. Per prenderne il controllo i giocatori devono giocare combinazioni di dadi che eguaglino il valore riportato sul territorio stesso; se il difensore ha posto un dado a difesa del territorio, allora per conquistarlo è necessario "spendere" un dado in più, di valore superiore a quello di difesa. Alcuni territori possono essere raggiunti solo dagli zeppelin, altri solo utilizzando particolari combinazioni di dadi. Inoltre, per ricevere alcuni benefit, è talvolta necessario occupare la regione con un tipo ben preciso di segnalino. Le eterogenee carte tecnologia rendono lo scenario ancora più mutevole e variegato.

Un giocatore vince se alla fine del turno ha collezionato tutte e quattro le reliquie, oppure ha immagazzinato un determinato numero di cristalli di somnium, oppure se controlla abbastanza carte tecnologia il cui costo cumulato supera una determinata cifra.

La principale novità di Wiraqocha consiste nell'adattare la meccanica della gestione dei dadi ai giochi di attrito (la forma che prende normalmente il "wargame" nella sua incarnazione "german", come ad esempio Evo, Neuroshima Hex o Smallworld). Il suo problema principale è la lentezza con cui si sviluppa (pur essendo un gioco breve). Data la quasi impossibilità di pianificare anticipatamente le mosse, il gioco si ferma ad ogni lancio di dado, con la ricerca dell'utilizzo ottimale di dadi e risorse. Come in molti giochi del genere, la partita si sviluppa con continui cambi di fronte (anche piuttosto caotici) finché un lancio di dadi particolarmente fortunato permette ad un giocatore di acciuffare la vittoria. Direi che il numero ottimale di giocatori è tre.
2 
 Thumb up
 tip
 Hide
  • [+] Dice rolls
Front Page | Welcome | Contact | Privacy Policy | Terms of Service | Advertise | Support BGG | Feeds RSS
Geekdo, BoardGameGeek, the Geekdo logo, and the BoardGameGeek logo are trademarks of BoardGameGeek, LLC.